L’Uomo della Pioggia di Jean-Michel Folon torna a casa

Torna finalmente al suo posto “L’uomo della pioggia”, la sfortunata scultura di Jean-Michel Folon ricollocata nella rotonda tra Lungarno Aldo Moro e Lungarno Enrico De Nicola all’ingresso della città, che a seguito di un duplice incidente a relativa distanza, nel 2015 e nel 2017, era stata fortemente danneggiata e per questo smontata dalla sua postazione, per essere sottoposta ad un importante restauro evitando così l’esposizione della stessa ad ulteriori danni. Gli interventi sulla scultura, donata dall’artista belga nel 2002 alla città di Firenze, sono stati eseguiti dalla Galleria Frilli presso la Fonderia Ciglia e Carrai, per un lavoro dal valore complessivo di 10.000 euro interamente sostenuti a carico dell’assicurazione del veicolo che causò l’incidente. A fronte del restauro si è intervenuti anche strutturalmente sulla rotonda che ospita la scultura, rialzando il basamento della statua fino ad 80 centimetri, l’altezza del bordo della vasca che ne consente il gioco d’acqua e sistemando un pannello dissuasore di velocità su Lungarno De Nicola poco prima della rotatoria all’altezza dell’Istituto Tecnico per il Turismo Marco Polo. Circa la ricollocazione della scultura, durante la fase del restauro, fu eseguito anche un sondaggio che prevedeva per la ricollocazione anche altre ipotesi e soluzioni come ad esempio la nuova Piazza dei Ciompi, ma la maggioranza dei cittadini non ha avuto dubbi sul far tornare a casa “l’omino della pioggia”, come affettuosamente chiamato dai residenti della zona e da tutti i cittadini di Firenze.

Testo a cura di Simone Teschioni
©Levento


CONDIVIDI SU...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *