“Vetri Rotti” di Arthur Miller al Teatro della Pergola di Firenze

Lo spettacolo “Vetri Rotti”, in programma al Teatro della Pergola dal 6 all’ 11 Marzo 2018, scritto da Arthur Miller e diretto alla regia nella traduzione italiana da Armando Pugliese, proietta il pubblico all’interno di una Brooklyn datata 1938, dove una giovane donna ebrea, Sylvia Gellburg viene colpita da una paralisi alle gambe, dovuta allo shock della notizia appresa sui giornali della Notte dei Cristalli. L’apprensione di Sylvia, in scena Elena Sofia Ricci, per l’avanzare dell’ideologia nazista in Germania e la distruzione a Berlino delle vetrine dei negozi degli ebrei, va di pari passo con il peggiorare della sua salute sia mentale che fisica, compromettendo così non solo il suo corpo, costretto su una sedia a rotelle, ma anche la relazione con il marito. Vano sarà dunque ogni tentativo del Sig. Phillip Gellburg, Maurizio Donadoni, di indagare sulla natura medica della paralisi della moglie, convincendosi sempre di più insieme al medico di fiducia Herry Hyman, GianMarco Tognazzi, della natura psicologica della malattia di Sylvia, che nutre in se un profondo e continuo senso di disagio, per le sorti del suo popolo in europa. Ogni situazione, ogni sentimento nello sviluppo della trama, arriva così a mostrarsi come il proprio esatto contrario, al punto da trasformare l’adorazione di Phillip per Sylvia in una crescente indifferenza mista a rancore nei suoi confronti da parte della moglie, portando entrambi i personaggi a frantumarsi a vicenda, diventando essi stessi come vetri rotti sulle strade di Berlino.
Lo spettacolo scritto da Miller del 1994 è stato rappresentato per la prima volta in Italia il 28 febbraio 1995 a Bologna con la regia di Marco Missiroli, anticipa questa nuova produzione firmata ErreTiTeatro30, prodotto da Roberto Toni in collaborazione con Regione Toscana e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Testo a cura di Simone Teschioni
©Levento


CONDIVIDI SU...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *